Yoba Probiotic Food Today: >250 PRODUCTION UNITS
>200,000 CONSUMERS
EMAIL US AT info@yoba4life.org

Day 56

Day 56

Ladies and gentlemen, boys and girls, the time has come for the much awaited update on my side of the world:

After almost 2 months in Uganda the dust is starting to settle, the excitement of novelty is slowly starting to wear off and I am more getting used to the everyday life situations. Holding my torch in my mouth while cooking in the dark, the constant conversations about religion with Ugandans and the bumpy rides with matatus (taxi-vans) filled with double the amount of passengers allowed are losing the initial charm associated with them. Even my first cell phone robbery took place through a clever trick.

Don’t get me wrong, it will still take quite some time for me to get tired of this place, even if merely for the wonderful sunsets we get everyday over the hilltops, accompanied by the sounds of crickets and birds, reminding me of the beautiful nature I am lucky to be surrounded by. Sitting outside always comes at the cost of some mosquito bites, but that is a price I am usually happy to pay (let’s see how I feel about that later this evening, when the itching starts). Moreover the ever-present kindness and gentle smiles of Ugandans helps keeping the spirits up. The local students have given us a peek into their everyday lives (when they are not busy with their coursework), including a trip to the beach in Entebbe, the bi-weekly poetry night on campus and even a Freethinker’s meeting in the heart of Kampala.

On a work note: Bernd and I are getting more and more acquainted with the Ugandan yoghurt industry on the market level, both on the big scale as the small scale. On my latest trip to Katete I have also gotten to know some of the families which bring milk to the yoghurt factory, so I now have a pretty complete picture of the entire process behind production. After several frustrating failed attempts to produce the yoghurt under the sub-optimal conditions of the small-scale yoghurt factory I decided to ask for some help at the UIRI lab, where the people in the yoghurt department kindly supervised all the steps. We still made sure to refrain from using any equipment that would not be found in a smaller scale factory like the one in Katete. It remains to be seen what the result is tomorrow.

Meanwhile, my tummy is making noises loud enough to surpass the crickets so I will make my way to the kitchen. I wish all of you a good night, and thanks again for reading!

Chris

Chris Broekman

Chris Broekman

VIEW ALL POSTS

3 Comments

  1. Giorgio Leo 8 years ago 18th November 2011

    Caro Nipotastro malefico

    Sei andato a dare fastidio pure la abbascio (giù). Già immagino gli elefanti bere il tuo yogurt e fare bei cacconi duri duri.

    Bravo Guagliò sei un mito …ma che dico … due miti !
    Ben ricordo le nottate indonesiane a combattere con torme di insetti fetish che succhiavano il mio sangue. Che dirti, la tua strada è bellissima, e sono sicuro che saprai dare e ricevere le grandi verità della vita che ti renderanno più saggio e fiducioso nell’ affrontarla. Le mie esperienzer di volontariato mi hanno dato molto più di quanto io abbia dato e mi hanno insegnato i veri valori.
    Con tua madre va molto meglio. E vorrei che anche noi potessimo tornare amici come prima perchè io e la mia sorellina abbiamo sempre fatto questa cosa tipo elastico di mutanda ora si ora no. Ma credo sinceramente che ormai i motivi dei nostri litigi dovrebbero essere finiti visto che non abbiamo più ,motivi di gelosia. Siamo dei bambini 50 enni voi ragazzi maturi non potete capire.
    Domenica andiamo a mangiare insieme faremo un brindisi alla facciaccia tua e di tuo fratello che a differenza di te pare stia diventando molto ricco di soldi tu invece sei ricchissimo dentro.
    Sono veramente molto felice e ,se posso, anche orgoglioso di voi penso di non conoscere molte persone che vi somiogliano e mi rendo sempre più conto di essere nato nel paese sbagliato. Un paese senza senso comune ma incentrato solo sulla preoccupazione di se stessi.
    Come mangi ? E come va con la popolazione locale ? Hai fatto amicizie ? Come vorrei venirti a trovare.
    Per quanto riguarda la family qui va tutto bene… a parte gli affari. La scuola grande sta andando un po uno schifo però la nuova che ho aperto funziona benino. Insomma le solite cose.

    senti ma se organizzassi una bella raccolta di fondi con la scuola per la tua associazione ? Potresti mandarmi un po di foto dell’ azienda, di bambini ecc ed io a Natale organizzo una bella vendita di beneficienza per te.
    Fammi sapere che magari riusciamo a tirare su qualcosa.

    Ora ti saluto che vado a lavorare … che palle !

    Ciao Ti voglio bene e complimentoni per le tue scelte.

    REPLY
  2. Giorgio Leo 8 years ago 18th November 2011

    P.s. Scusami non avevo pensato che sarei andato in pubblico speriamo che non ci siano troppi italiani in questo blob ….

    REPLY
  3. Emmy 7 years ago 23rd November 2011

    Shiver me timbers, them’s some great ifnormation.

    REPLY

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Recent Posts